A livelli sfalsati nel cuore della Grande Mela


Ultimo aggiornamento

Se doveste pensare alla città che sicuramente offre le case più piccole per vivere, un po’ per gli spazi che sono quelli che sono e un po’ per i costi, a quale pensereste?

Io direi sicuramente New York e precisamente il quartiere di Manhattan.

Eh si perché nella città che non dorme mai nulla va sprecato, nemmeno lo spazio delle case: ecco che quindi agli architetti dello studio Specht Harpman si presenta questo piccolo appartamento in cima ad un palazzo di sei piani.

If you owed think about the city that surely offers the smallest houses to live, some for the spaces that are very small and some for the costs, to which you would think?

I would surely say New York and precisely the district in Manhattan. 

Oh yes because in the city that never sleeps nothing must be wasted, not even the space of the houses: here is that to the architects of the study Specht Harpman comes this little apartment on top of a six-story building. 

Slide2

Slide5

Slide4

Slide3

La casa ha a disposizione soli 39 m² ma ben 7 metri in altezza: ecco quale sarà il punto focale della casa.

Sfruttarne l’altezza per creare vani a sbalzo in cui si trova tutto quello che serve ad un piccolo appartamento: 4 stanze, una per ogni funzione.

Spazi sfruttati al millimetro per una casa che sembra quasi disegnata e costruita su misura, come se si trattasse di un mobile.

The house has only 39 m² availables but more than 7 meters in height: here is what will be the focal point of the house.

Exploit the height to create cantilevered rooms where you will find everything you need for a small apartment: 4 rooms, one for each function.

Spaces exploited to the millimeter for a house that seems almost designed and made to measure, as if it were a piece of furniture.

Slide6 Slide7 Slide8 Slide9 Slide10

Una grande cucina che comunica col soggiorno e su cui si affaccia a sbalzo il letto matrimoniale: spazi grandi e fluidi, per una casa che è ariosa e luminosa.

Il piccolo bagno trova posto sotto la scala e se guardate bene, vedrete che sulla porta c’è un mega specchio: non solo per la gioia delle donne, ma soprattutto per raddoppiare il senso di spazio in questo piccolo locale.

A large kitchen communicating with the living room and overlooked by projecting thebed: large and fluids spaces, for a house that is airy and bright.

The small bathroom is located under the stairs and if you look carefully, you will see that the door has a giant mirror, not only for the joy of women but also to double the sense of space in this small room.

Se saliamo al piano di sopra troviamo altre scale che ci conducono al terrazzo su cui è steso un meraviglioso prato verde (una rarità nei cieli di New York): la terrazza ha il fondo in vetro che permette alla luce di filtrare nel sottostante soggiorno.

If we go upstairs we find other stairs that lead us to the terrace on which is spread a wonderful green grass (a rarity in the skies of New York): the terrace has a glass floor that allows light to filter into the living room below.

Slide11 Slide12 Slide13 Slide14

Ma in una casa così dove le mettiamo tutte le nostre cose, le buttiamo??

Niente panico: le scale in realtà sono completamente formate da contenitori, cassetti e armadi e si ispirano alle Kaidan Dansu Giapponesi.

Io le trovo spettacolari, così come il legno scuro a pavimento, il bianco e ovviamente la splendida vista…

Cosa si potrebbe volere di più nel cuore della Grande Mela?

But in a house like this where do we store all our things??

No panic: the stairs actually are fully formed by containers, drawers and closets and are inspired by the Japanese Kaidan Dansu.

I find them spectacular as well as the dark wood floors, white and of course the beautiful view …

What more could we want in the heart of the Big Apple?

http://www.spechtharpman.com/

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

1 Commento


  • orchideabliss // // Rispondi

    Vedendo le foto mi domandavo 😅 ma dov’è l’armadio? Leggendo il tuo articolo ho capito la magia realizzata!! Un progetto stratosferico

Lascia un Commento