I quadri di Jane Perkins: un bottone per occhio e una bambolina per sorriso


I quadri di Jane Perkins re-interpretano grandi classici, attraverso l’utilizzo di oggetti di scarto, inutili e dimenticati. Da spazzatura ad arte.

………

Attenzione, voi eliminatori seriali di oggetti ormai inutili e desueti: sto per farvi vedere dei quadri che hanno a dir poco dell’eccezionale.

In Inghilterra Jane Perkins, ama definirsi una ri-creatrice; prendendo ispirazione dagli oggetti trovati perché eliminati da altri, dà vita a opere d’arte fuori dall’ordinario.

Attention, you serial eliminators of useless and obsolete objects; I’m about to show you some paints  that have nothing short of exceptional.

In England Jane Perkins, likes to call herself a re-maker: taking inspiration from found objects because eliminated by others, she gives birth to out of the ordinary works of art.

I QUADRI DI JANE: DA SPAZZATURA AD ARTE

quadri

The Great Wave, after Okusai | Bored Cherub, after Raphael | Kiss me Kate (William and Katherine) | Image credits: Jane Perkins

Jane recupera da mercati di beneficenza, centri di riciclo e anche da amici ogni sorta di piccoli oggetti; si vai dai bottoni alle statuine in plastica.

Suddividendoli per dimensione, forma e colore riesce a posizionarli in modo strabiliante. Ricrea opere artistiche classiche e famosissime re-interpretandole con un suo personalissimo tocco.

Jane recovers from charitable markets, recycling centers and even from friends all sorts of small objects; you go from buttons to plastic figurines.

Broken them down by shapes, sizes and colors and placing them in an amazing way. She recreates classic and even very famous works of art re-interpreting them with a very personal touch.

quadri

Mona Lisa, after DaVinci | Waterlilies, after Monet | Sunflowers, after Van Gogh | Image credits: Jane Perkins

Il primo ritratto che Jane ha creato nel 2008 è stato “The Queen: made in China”; da allora ha continuato con la serie di ritratti iconici.

Dal 2010 invece è cominciata la serie Plastic Classic, con la quale grandi classici della pittura rinascono a nuova vita.

The first portrait that Jane has created in 2008 was “The Queen: Made in China”; since then she continued with the series of iconic portraits.

Since 2010 instead it began the Plastic Classic series, with which great classics of painting are reborn to a new life.

I quadri di Jane devono essere guardati in due modi diversi e da due distanze diverse; in lontananza, per riconoscere la figura soggetto del quadro e in vicinanza, per riconoscere tutti i minuscoli oggetti che contribuiscono al risultato finale.

Ogni artista ha bisogno di trovare il giusto materiale con il quale esprimere se stesso. D. Mach Condividi il Tweet

Jane’s paintings have to be looked at in two different ways distances; far away, to recognize the figure of the subject and in close proximity, to recognize all the tiny objects that contribute to the final result.

Every artist needs to find the right material through which he can express himself. David Mach Condividi il Tweet

 

Lascia un Commento