La sovversione del reale di Leandro Erlich


Leandro Erlich è un artista che parte da situazioni quotidiane per sovvertirle completamente. Come riuscirà a mettere insieme certe immagini?

……….
Attraverso l’arte abbiamo la possibilità di esplorare mondi alternativi a quello che viviamo tutti i giorni, guardando e osservando punti di vista differenti dai nostri.

L’artista argentino Leandro Erlich si pone come obiettivo la creazione di opere fluide e dai confini incerti. Chi ha detto che ciò che vediamo è la realtà oggettiva? Tutto può cambiare in base alle prospettive e ai punti di vista.

Through art we have the opportunity to explore alternative worlds instead of the one we live every day, watching and observing different views from ours.

The Argentine artist Leandro Erlich has as its objective the creation of fluid works with uncertain boundaries.
Who said that what we see is the objective reality? Everything can change according to the point of view and perspectives.

LEANDRO ERLICH E LA REALTÀ SOGGETTIVA

Leandro Erlich

Leandro Erlich

Leandro Erlich

A primo impatto osservando i lavori di Leandro ci troviamo spiazzati perché siamo di fronte a situazioni fuori dal comune. Capiamo subito che si tratta di scenografie irreali, ma non riusciamo a spiegarcene il motivo.

Persone che scalano la facciata di un palazzo vittoriano oppure aloni di persone in stanze vuote che ricordano dei fantasmi. Lo sconcerto e l’incapacità di dare una spiegazione all’immagine che ci troviamo davanti rendono le opere di Leandro interessanti e accattivanti.

Si rimane meravigliati nello scoprire quali semplici trucchi si celino dietro queste opere e ci si rende conto del fatto che quello che conta è la complessità del pensiero e non la sua realizzazione.

At first glance, observing the Leandro’s images we are baffled because we are facing with situations out of the ordinary. We understand that it is unreal scenes, but we cannot tell why.

People who climb the facade of a Victorian mansion or halos of people in empty rooms, reminiscent of the ghosts. The confusion and inability to give an explanation to the image that we face make Leandro’s works interesting and attractive.

Wonder in discovering which simple tricks are behind the images make us aware what matters is the complexity of thought and not its realization.

 


Leandro Erlich

Leandro Erlich

Leandro Erlich

Leandro prende ispirazione dal suo scrittore preferito, Jean Luis Borges, ma anche da registi del calibro di Alfred Hitchcock e David Lynch. Come lui afferma “hanno usato il quotidiano come palco per creare un mondo fittizio ottenuto attraverso la sovversione psicologica degli spazi di tutti i giorni“.

Chi ha detto che superare i limiti sia un male?

Leandro takes inspiration from his favorite writer, Jean Luis Borges, but also from directors such as Alfred Hitchcock and David Lynch. As he himself says, “they have used the everyday as a stage for creating a fictional world obtained through the psychological subversion of everyday spaces.” 

Who said that exceeding the limits is bad?

 

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

Lascia un Commento