Social street: la condivisione reale nata da Facebook


Ultimo aggiornamento

Nell’epoca di Facebook si è persa l’abitudine di conoscere e socializzare nel reale con le persone a noi più vicine. A rimediare ci pensa la social street.

English version >> http://bit.ly/2dXbs01

……….

Nell’epoca di Facebook e tutti i moderni social media, la capacità di relazionarsi con altri individui a noi vicini è quasi sparita; si è sostituita la capacità di confronto educata e rispettosa con la “libertà di pensiero”, che in realtà non è altro che la voglia di offendere e/o provocare gli altri, nascosti dietro uno schermo.

Tutta questa interattività virtuale ci ha portato a prendere le distanze dalle persone reali che ci circondano; molto spesso non conosciamo minimamente i nostri vicini o gli abitanti del nostro quartiere.

È proprio da questa presa di coscienza che in un settembre di 3 anni fa, Federico Bastiani si è reso conto di non sapere nulla delle persone che vivevano nel suo isolato.

Deciso a trovare dei compagni di gioco per suo figlio, Federico sfrutta Facebook, creando un gruppo chiuso con l’obiettivo di riunire e avvicinare tutti gli abitanti della via.

 

social street

http://www.socialstreet.it/

 

Ed ecco che nasce il gruppo di Via Fondazza e dintorni, la prima social street d’Italia.

Man mano gli aderenti sono sempre più, il gruppo cresce e anche il fenomeno del social street prende piede.

SOCIAL STREET, CONDIVISIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dal bisogno di conoscersi e condividere i propri bisogni e risorse è nata social street. Un’idea semplice, ma allo stesso tempo geniale. Un ritorno alle origini se volete, quando ci si dava una mano l’un l’altro, nel piccolo del proprio quartiere.

Avete bisogno di una baby sitter? Non c’è bisogno di cercarla chissà dove: scrivendo sul gruppo della social street della vostra via, potreste trovarla quanto prima.

Social street anche come condivisione degli interessi e come aggregazione per momenti di festa. Insomma, tutto quello ciò che è utile alla socialità e alla sana partecipazione.

Il fenomeno delle social street è dilagato in tutta Italia, contandone solo sul nostro territorio quasi 300.

Ma le social street sono diventate un evento internazionale, che hanno replicato il modello italiano in paesi come gli Usa e il Brasile.

social street

http://www.socialstreet.it/

Vi piace l’idea ma nella vostra città non ce ne sono? Perché non la create voi?

Se andate sul sito del social street , troverete tutte le linee guide per fondarne una nuova di zecca. Dalla creazione del gruppo chiuso, alla pubblicizzazione alla realtà.

Facile come bere un bicchiere d’acqua.

http://www.socialstreet.it/

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

Lascia un Commento