Una sfida di 30 giorni per pulire casa: ci state?


Voglio lanciarvi una provocazione: trasformiamo le faccende di casa in una sfida? Una sfida di 30 giorni, un compito al giorno. Ci state?

English version >> http://bit.ly/2tr3RN9

………

Chi l’ha detto che le faccende domestiche debbano per forza essere noiose e pesanti? Che debbano portarvi via un sacco di tempo?

Non dovete per forza far diventare il sabato e la domenica delle giornate infernali, completamente perse. Scommettiamo che riuscirete ad avere una casa pulita e profumata e ad andare in gita al mare nel fine settimana?

Come si fa è presto detto: oltre ad ottimizzare i tempi delle pulizie e programmare le faccende domestiche, potete trasformare i lavori di casa in un gioco-sfida.

Datevi un tempo, anzi no, ve lo do io: 30 giorni. Una faccenda al giorno, di quelle che solo al pensiero vi sentite male.

Cominciamo?

UNA SFIDA DI 30 GIORNI: PER UNA CASA SPLENDENTE

Prima di cominciare con la sfida, pensate al premio che guadagnerete se riuscirete a portare tutto a termine. Un acquisto che rimandate da tempo? Una cena in un ristorante che mirate da tempo? Un viaggetto?

Auto-premiatevi, per un traguardo portato a termine come si deve!

Ecco qui il programma:

sfida

La foto qui sopra potete scaricarla e stamparla, mettetela in un punto che avete sempre sotto gli occhi, così non ve lo dimenticate.

Come vedete ci trovate tutti quei mestieri che puntualmente rimandiamo, perché sono pesanti e portano via un sacco di tempo. Certo, se fatte tutte insieme e con l’acqua alla gola

Ma se le dividete nei giorni, dovrete dedicarci poco tempo e non sentirete neanche il peso della fatica.

E cosa più incredibile: il risultato sarà comunque lo stesso, solo con meno fatica e ansia. Decidete voi quando cominciare, prendetela come una scusa per trasformare qualcosa di noioso, in qualcosa di nuovo. Potete anche coinvolgere il vostro partner, se volete.

Mi raccomando, quando avete finito fatemi sapere com’è andata e cosa vi siete regalati!

 

 

 

2 Commenti


  • paola // // Rispondi

    Per fortuna non ho le tapparelle! Un giorno di libertà

Lascia un Commento