Metodo Montessori: in cosa consiste e come metterlo in pratica


Parliamo di uno dei metodi più discussi del mondo e sicuramente uno dei più utilizzati: il metodo Montessori. Vediamo come può aiutare i nostri bimbi e le loro camerette.

……….

A periodi alterni se ne sente parlare, perché qualcuno lo porta alla ribalta come se fosse una scoperta epocale e sensazionale: il metodo Montessori.

In realtà è uno dei metodi educativi più conosciuti e utilizzati nel mondo, creato più di un secolo fa. Ovviamente anche questo metodo ha i suoi detrattori (chi non ne ha?), ma è sicuramente ancora oggi attuale e valido. Siccome ne sento parlare sempre tantissimo soprattutto da architetti, arredatori e chi più ne ha ne metta, ho voluto informarmi per vedere in cosa consiste e come possiamo utilizzarlo nelle nostre camerette.

IL METODO MONTESSORI: AUTONOMIA, LIBERTÀ E AUTOCORREZIONE

Ma cominciamo dall’inizio: Maria Montessori frequenta i corsi di pedagogia a Roma nel 1897, dove comincia a sviluppare la filosofia del suo metodo. È solo nel 1907 che Maria apre la sua prima classe la “casa dei bambini”, basata sull’osservazione dei bambini e sulla sperimentazione con ambiente, materiali e lezioni a disposizione.

Quali sono i fondamenti di questo metodo? In primo luogo, la costruzione del carattere del bimbo attraverso l’interazione con l’ambiente. In secondo luogo, tenere conto dell’importante sviluppo mentale dei bambini al di sotto dei 6 anni.

Come si arriva a centrare questi importanti punti? Lasciando i bimbi liberi di agire e scegliere in ambienti preparati secondo il metodo Montessori (che ne aiutano lo sviluppo).

Nel 1957 Maria e il figlio definiscono delle “tendenze umane”, comportamenti guida presenti in ogni fase dello sviluppo; queste tendenze, che l’educazione dovrebbe aiutare ad esprimere, sono: istinto di conservazione, orientamento nell’ambiente, ordine, esplorazione, comunicazione, lavoro (inteso come attività intenzionale), manipolazione dell’ambiente, esattezza, ripetizione, astrazione, auto-perfezionamento, “mente matematica”.

IL METODO IN PRATICA

Ma come lo mettiamo in pratica questo metodo nelle nostre camerette? Anche da questo punto di vista il metodo Montessori da delle linee guide piuttosto definite.

L’ambiente in cui si muoveranno i bimbi (le camerette in questo caso) deve essere arredato a loro misura. Bisogna aiutarli a diventare autonomi, ed è per questo importante che le camerette siano costruite in proporzione ai loro bisogni, belle e armoniose, pulite, ordinate, che facilitino i loro movimenti e attività e con strumenti limitati.

Montessori

Photo Credit: Ikea

Quindi via libera a camerette non sovraffollate, ma con i pezzi d’arredo strettamente necessari all’età dei bimbi. Dagli 0 ai 6 anni i bimbi non hanno bisogno di molto, esclusi letto e armadio. È l’età in cui assorbono tutti i dati dell’ambiente che li circonda, perché la loro personalità si sta formando. Assolutamente perfetti sono i letti che si allungano e crescono con i bambini, così come gli armadi a loro altezza.

E poi libero sfogo ai giochi che li aiutino a sviluppare i sensi, l’autocorrezione e il controllo e che invoglino le attività di gioco – lavoro. Non sono bellissimi i puzzle o i giochi ad incastro come i 16 animali di Enzo Mari?

Anche le pareti lavagna sono un’idea perfetta in quest’età, perché permettono il libero sfogo della fantasia dei bambini, consentendo loro di cancellare e ricominciare.

Montessori

Photo Credit: Maison Du Monde

Il gioco, anche se può sembrare un’attività da poco, è importantissimo perché aiuta i bambini a fortificarsi e diventare precisi; con i giusti giochi i bimbi sviluppano la coordinazione e imparano attraverso gli errori, diventando sicuri.

Nel loro percorso di crescita i più piccoli dovrebbero essere accompagnati dalle loro camerette: da luogo di gioco a luogo di studio e incontro con gli amici.

Per ogni fascia di età ci sono esigenze diverse, tutte fondamentali nello sviluppo dei bambini. Camerette in continuo divenire, compagne fedeli di un percorso complesso come la vita.

 

Lascia un Commento