Apparecchiare la tavola: le regole da conoscere e infrangere


Cerchiamo di capire una volta per tutte quali sono le mille regole da imparare per apparecchiare una tavola super glamour. E per infrangerle tutte.

……….

Insomma perché anche apparecchiare la tavola ha i suoi perché e per come. Va bene, anche io fino a oggi avevo idee vaghe e confuse su cosa mettere dove e ho finalmente deciso di fare chiarezza.

Ammetto che le regole sono mille mila, però in fondo se fate mente locale all’ultimo ristorante (e dico ristorante, non fast food) in cui siete stati vi ricorderete la posizione di piatti, bicchieri e posate. Non sono messi a caso, perché tutto ha una sua logica. Cerchiamo di imparare insieme queste poche regole, per infrangerle con consapevolezza.

APPARECCHIARE LA TAVOLA: LE REGOLE DA CONOSCERE ED EVITARE

Non fraintendetemi, non voglio dire che il galateo dobbiamo buttarlo nella spazzatura. Dico solo che siccome ho deciso di dedicare il mese di novembre ai preparativi per un Natale unconventional, cioè fuori dagli schemi, tutte queste regole non servono. Ma per poter infrangere le regole in modo conscio, bisogna prima conoscerle. 

apparecchiare

H&M

apparecchiare

Image credits: Maison du Monde

Cosa dice quindi il galateo? Innanzitutto invitate tante persone quante ci stanno sul tavolo, considerando che ogni persona ha bisogno di circa di 50 cm. Anche le sedie dovrebbero essere tutte uguali: se proprio non le avete, copritele con dei copri sedia bianchi o tinta unita come la tovaglia.

Tovaglia e tovaglioli in tinte unite e neutre, quindi bando a fantasie e colori fluo. Se avete le tovaglie della nonna in lino o fiandra avete fatto centro. Piatti, posate e bicchieri tutti uguali: meglio evitare l’effetto raccattato all’ultimo minuto. Per tavole eleganti è possibile mettere anche i sottopiatti, dorati, argentati o rossi a Natale. I tovaglioli non dovrebbero mai stare sotto le posate, ma a fianco o sopra il piatto.

Le posate si mettono in base alle mani che le usano: forchette a sinistra e coltelli a destra, più vicini al piatto in base all’utilizzo. Coltello e forchetta per la frutta si mettono sopra al piatto, solo se si utilizzano.

I bicchieri si mettono in base alla punta del coltello, per acqua e vino.

IC: Maison du Monde

Image credits: Maison du Monde

Ph: Maison du Monde

Ok: ora che conosciamo le regole base, possiamo tranquillamente fare come vogliamo. Con consapevolezza. Quindi: ma perché la tovaglia? Le tovagliette singole sono tante belle e comode.. e non c’è bisogno di lavarle e smacchiarle.

Se poi fate una cena a buffet, non avrete bisogno di mettere mille posate, ma solo quelle necessarie. Potete metterne in più sulla tavola da far prendere agli ospiti quando ne hanno bisogno. Anche i bicchieri: di solito se la cena è informale nessuno si scandalizza se c’è un bicchiere solo.

Anche una tavola apparecchiata in modo semplice può fare la sua figura, senza bisogno di perdere ore a scegliere tovaglia e piatti coordinati. E che anche il vostro sia un Natale unconventional!

 

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

Lascia un Commento