Colori audaci, design nordico e cura dei dettagli per l’appartamento Kent


Una ristrutturazione a Milano Marittima che ha unito ergonomia e design. Il risultato? L’appartamento Kent, di soli 60 mq.

………

Uno dei luoghi turistici più conosciuti e frequentati d’Italia: Milano Marittima. È qui che siamo oggi, dando una sbirciatina ad un appartamento di 60 mq che è proprio una chicca.

La ristrutturazione è stata seguita dallo studio di architettura Gruppo Lithos, che si occupa di progettazione architettonica a 360°. Dal residenziale, all’alberghiero, al sanitario. Il loro obiettivo? Portare qualità nella vita degli altri, attraverso una progettazione che porti benessere negli ambienti e cercando di capire ed intercettare le esigenze del cliente.

Con la ristrutturazione dell’Appartamento Kent direi che ci sono ampiamente riusciti e per voi?

APPARTAMENTO KENT: QUANDO ERGONOMIA E DESIGN SI INCONTRANO

La prima cosa che salta all’occhio di questo appartamento sono i colori usati e i materiali. Turchese, blu cobalto e malva a contrasto con legno di larice e grandi piastrelle che esaltano la sensorialità dell’insieme.

Una divisione razionale degli spazi è la base di partenza per un progetto che è si estetico, ma soprattutto funzionale. Entrando, ci si trova proiettati in quella che è la zona cucina – soggiorno – pranzo: un unico ambiente schermato solo da listelli di legno che fungono da quinta.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura|

Forme quadrate e rotonde convivono, alternando la rigidità del design nordico ad un design più organico. Ne risultano spazi luminosi ed eleganti, in cui il contrasto tra il legno ed i materiali contemporanei degli arredi crea un interno prezioso in cui il confort e l’atmosfera di casa non mancano.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura |

Che dire della zona notte? Due camere, con due colori audaci che danno personalità agli spazi, anche senza tantissimi pezzi d’arredo. Le camere sono attrezzate con pochi pezzi ma essenziali e hanno tutta una serie di mensole e nicchie per sfruttare lo spazio.

La camera padronale non ha neanche la testata del letto. Quando le dimensioni della camera non lo permettono, è meglio evitare di scegliere letti molto grandi con testate ingombranti. Copiate l’idea di questo progetto: scegliete una struttura letto standard (di solito 160 x 190 cm) e poi sfruttate tutta la parete dietro come testata del letto. Come per magia lo spazio sembrerà moltiplicarsi.

Dipingendo tutto dello stesso colore avrete l’impressione che le superfici siano una il continuo dell’altra e i pochi metri a disposizione non sembreranno neanche così pochi.

appartamento Kent

| Image credits: Gruppo Lithos Architettura |

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

Lascia un Commento