Un tutorial per un tappeto fai-da-te facile ed economico


Ultimo aggiornamento

Qualche mese fa cercavo in rete dei consigli per realizzare un tappeto da me, ma ne ho trovati pochi. Ecco qui il mio tutorial per un tappeto fai-da-te.


Quando è stato ufficiale che saremmo diventati i padroni della nostra casetta dei sogni (leggi poveri, in quanto padroni solo del mutuo), ho cominciato a progettare. 

Disegni, schizzi, foto ispirazionali. Ma soprattutto idee a bassissimo budget per arredare e decorare casa. 

Tra i tanti tutorial che ci sono in giro, ce ne sono davvero pochissimi per creare un tappeto (e sono tutti in inglese). Ne ho trovato uno molto carino, perché facile da realizzare e che vi permette (volendo) di utilizzare vecchie t-shirt fuori uso.

Il tutorial per un tappeto fai-da-te, fatto di “stracci”.

Un tutorial per un tappeto fai-da-te: tutti i passaggi

Ma com’è sto benedetto tappetto di stracci? In realtà l’effetto finale è molto carino, perché la stoffa viene ridotta a piccole strisce da 2 cm di larghezza per 10/15 cm di lunghezza. Queste strisce vengono inserite negli spazi dei tappeti antiscivolo. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ma cominciamo dall’inizio. Cosa serve per realizzare un tappeto del genere? 

Serve un tappeto antiscivolo, della dimensione di cui volete realizzare il tappeto. Io avevo bisogno di un tappeto da 3 mt per 2mt, che nei negozi non ho trovato. Per cui l’ho ordinato tramite Amazon. Serve poi della stoffa, possibilmente di cotone. Non sceglietela troppo fine, altrimenti le strisce usciranno dal supporto, ma neanche troppo spessa; altrimenti sarà davvero difficile inserirla nei piccolo quadretti dell’antiscivolo. Sono ideali le vecchie t-shirt, per cui se ne avete un po’ non buttatele, ma ri-utilizzatele a questo scopo.

Io ho comprato della stoffa, perché avevo bisogno di colori particolari. Per realizzare un tappeto delle dimensioni di cui sopra, abbiamo avuto bisogno di 15mt di stoffa avorio e 15 mt di stoffa verde oliva. 

tutoriali per un tappeto fai-da-te

A questo punto si può cominciare. Innanzitutto segnate dei piccoli tratti a distanza di 2 cm l’uno dall’altra sulla stoffa. Questi saranno i segni che dovrete seguire per tagliare la stoffa a strisce. Vi consiglio di piegare la stoffa finché non diventi un lungo pezzo largo dieci cm. In questo modo sarò più facile segnare i vari punti e poi tagliare. 

Una volta che avrete le vostre lunghe strisce, dovrete ridurle in pezzi più piccoli, lunghi 10 cm. Aiutateli con un righello e se la stoffa non è scivolosa, potete ripiegare le strisce su loro stesse e tagliarle in una volta sola. 

tutorial per un tappeto fai-da-te

Ora potete mettervi all’opera: prendete l’antiscivolo e con l’aiuto di una pinzetta inserite le strisce tra un quadrotto e l’altro. La striscia dovrà essere a metà tra un quadrotto e l’altro. Come vi dicevo, non è difficile, ma richiede qualche ora. 

Per cui armatevi delle vostre serie televisive preferite e via coi lavori!

Pronto a diventare un esperto dell'interior design?
Rispettiamo la tua privacy.

Lascia un Commento