• Dal caffé all’after dinner al Gastrobar La Manera


    Lo sapete cos’è un gastrobar? Ne avete mai visto uno? Io ne ho scoperto uno da poco ma mi sono innamorata. E’ fantastico e voglio farvelo vedere.

    English version >> http://bit.ly/2psEnJw

    (altro…)

  • Anni ’80 e stile Memphis per il negozio di oggetti Gnomo


    Il negozio di oggetti e decorazioni Gnomo, nel cuore di Valencia, decide di rifarsi il look per il suo sesto compleanno. E che look! Grazie a Masquespacio.

    English version >> http://bit.ly/2nB6dGK (altro…)

  • Best of 2016: cosa vi è piaciuto di più tra arte e negozi?


    English version >> http://bit.ly/2iRc8FC

    Buon Anno nuovo a tutti!! Dopo qualche giorno di pausa, dedicato ad abbuffate e parentado, sono di nuovo pronta per farvi compagnia.

    Ma non voglio cominciare subito con argomenti nuovi di zecca. Preferisco salutare con calma questo 2016, che per molti versi è stato di poca compagnia.

    Dando un occhio alle varie statistiche, ho spulciato quelli che sono stati i 3 post che avete amato di più. Ecco qui il best dei post riguardanti arte e negozi. (altro…)

  • Come ti trasformo un negozio in un laboratorio multi-tasking


    English version >> http://bit.ly/2gSTBaU

    Siamo in quel della bellissima Barcellona, dove un ex micro negozio sta per essere radicalmente trasformato dallo studio Vora Arquitectura.

    Piano terra, 18 mq di fronte alla strada e la richiesta di un gruppo di designer di avere uno spazio, oltre ai loro uffici, in cui ospitare laboratori, mostre ed esibizioni.

    Un mondo parallelo e multifunzione, trasformabile e fluido. (altro…)

  • Tra un caffè e un fiore, nel cuore di Firenze


    Quest’anno per il mio compleanno ci siamo regalati un week end nella sempre bella Firenze: l’avevo già vista un paio di volte da adolescente ma volevo rivederla con gli occhi da adulta, amante dell’architettura e del design.

    (altro…)

  • Facciamo un giro ad Amsterdam tra wok e sake


     

    Dite la verità: le vacanze di Natale sono passate da poco, ma vi sembrano secoli che non prendete un giorno di ferie.

    Già so che molti di voi, come me, stanno facendo il conto alla rovescia per le vacanze estive.

    Quindi per prepararsi un po’ e scoprire posti nuovi da visitare, oggi vi porto ad Amsterdam: se doveste passare da quelle parti, c’è questo ristorante che non potete assolutamente perdere.

    Si chiama Happyhappyjoyjoy (letteralmente felicefelicegioiagioa) ed è frutto del lavoro dello studio multidisciplinare Concrete, sempre di Amsterdam.

    (altro…)

  • Lo sapete che a Parigi i fiori sbocciano dal cielo?


    Ci sono luoghi in cui nei lunghi inverni mi piace andare a rintanarmi, per godermi un po’ di caldo e farmi qualche coccola.

    Sono le sale da tè: con tutti quei barattoli di vetro in cui ci sono tutte quelle splendide foglioline, potrei davvero perdermici.

    Molto spesso poi, sembra di fare un salto direttamente in India perché gli arredi e i colori sembrano essere stati portati direttamente dai paesi orientali.

    A Parigi invece lo studio Marie Deroudilhe ha progettato questa piccola sala con uno stile completamente diverso da quello che ci aspetteremmo per un locale del genere.

    (altro…)

  • Metti un fine cena con Alice e Willy Wonka – Let's take an end dinner with Alice and Willy Wonka


    Quanti di voi morirebbero di gioia all’idea di un locale dedicato solo ai dolci??

    Sono sicura che anche i più timidi non potrebbero credere ai loro occhi e orecchie: quindi leggete bene questo post, perché questa potrebbe essere una scusa buona a sufficienza per andare / tornare a Barcellona.

    How many of you would die of joy to the idea of a restaurant dedicated just to desserts ??

    I’m sure that even the most shy could not believe their eyes and ears: so read carefully this post, because this could be a motivation good enough to go / return to Barcelona.

    La Dolça è il nuovo spazio gastronomico all’interno del Tickets Restaurant di Barcellona, nato dalla collaborazione degli chef Albert e Ferran Adrià e i fratelli Iglesias.

    Siccome il ristorante ha continuato ad evolversi e ad avere successo, la creazione di questo nuovo spazio è stato il successivo passo naturale: il progetto è stato affidato allo studio El Equipo Creativo, formato dagli architetti Natali Canas e Olivier Franz

    .
    La Dolça is the new gastronomic space inside the Tickets Restaurant in Barcelona, born from the collaboration of the chefs Albert and Ferran Adrià and the Iglesias brothers.
    Since the restaurant has continued to evolve and have success, creating this new space was the next natural step: the project was entrusted to the study El Equipo Creativo, formed by architects Natali Canas and Olivier Franz.

    Il duo, già forte di altri spazi progettati per gli chef e specializzato in spazi ristorativi, crea questo gioiellino che ci catapulta in un’altra realtà.

    Immaginate di aver cenato a suon di tapas e per finire vi spostate ne La Dolça, per scoprire tutto un mondo di tapas dolci a cui non avevate mai pensato.

    The duo, already strong in other project designed for the chefs and specialized in restaurant spaces, creates this little gem that catapults us into another reality. Imagine having dinner with lots of tapas and finally moved there in La Dolça, to discover a whole world of tapas desserts that you’ve never thought about it.

    Eccovi arrivati in un posto con fragole fuori misura che scendono dal soffitto, mirtilli, ciliegie e fiori giganti che vi abbracciano e vi fanno sentire come Alice nel paese delle meraviglie.

    Ed è proprio questo l’obiettivo: farvi tornare bambini nel magico mondo delle favole, dove i dolci avevano sempre un ruolo da protagonisti.

    Here you are in a place with oversized strawberries hanging from the ceiling, blueberries, cherries and giant flowers that will embrace you and make you feel like Alice in Wonderland.

    And this is precisely the objective: to make you return children and to lead you to the magical world of fairy tales, where the desserts always had a leading role.

    Oltre ai frutti fuori scala e fuori dal loro contesto abituale, anche gli arredi sono disegnati apposta per questo locale; c’è un dettaglio molto raffinato, nei tavoli: se li guardate bene noterete che è come fossero dei centrini ingranditi che creano dei giochi di ombre sul pavimento.

    Se il Tickets Restaurant rende omaggio alla famosissima Avinguda del Paral.lel (così nominata perché parallela all’Equatore, sede di teatri, cabaret e show erotici) e al suo spirito birichino, La Dolça ne è il dolce contraltare.

    In addition to the fruit out of scale and out of their usual contexts, even furniture is designed especially for this place; there is a very refined detail in tables: if you look carefully you will notice that it is as if they were magnified doilies that create games of shadows on the floor.

    If Tickets Restaurant pays homage to the famous Avenida del Paral.lel (so named because parallel to the equator, home of theater, cabaret and erotic shows) and his mischievous spirit, La Dolça is its sweet counterpart.

    All images by Adrià Goula photographer.

    http://www.elequipocreativo.com/

    http://www.ticketsbar.es/web/en/#

    http://www.adriagoula.com/es/

  • Un pomeriggio tra acquisti e cibo – An afternoon of shopping and food


    Non so voi, ma la mia settimana è già cominciata col turbo e sto facendo il conto alla rovescia per il venerdì sera.

    Quindi siccome c’è bisogno di carburante per affrontare tutta la settimana, ce ne andiamo a Berlino.

    Purtroppo non l’ho mai vista ma se ci dovessi andare questo sarebbe un bel posto in cui passare qualche ora.

    I do not know about you, but my week has already started with the turbo and I’m doing the countdown for Friday night.

    So since there is need of fuel to go through the whole week, we go to Berlin.

    Unfortunately I’ve never seen it but if I had to go this would be a nice place to spend a few hours.

    Supermarket concept space Berlin: una nuova idea di supermercato che ha aperto la prima sede a Belgrado nel 2009, per arrivare anche a Berlino nel 2014 a cura di Concept / district studio con gli architetti Lejla Krstic and Marko Basarovski.

    Nasce dalla ristrutturazione del BIKINI BERLIN ad opera di Paul Schwebes e Hans Schoszberger costruita nel 1957; si trova nel cuore di Berlino, vicino al giardino zoologico e si sviluppa su 800 m².

    Supermarket concept space Berlin: a new concept of supermarket that opened the first office in Belgrade in 2009, to reach even in Berlin in 2014 by Concept / district studio with architects Lejla Krstic and Marko Basarovski.

    After the renovation of the BIKINI BERLIN by Paul Schwebes and Hans Schoszberger built in 1957; It is located in the heart of Berlin, near the zoo and spread over 800 sqm.

    Un posto nuovo ed originale in cui non solo si può comprare, ma si può mangiare, chiacchierare e incontrarsi.

    Una lunga barra di 25 metri attraversa l’intero spazio e divide il supermarket in 3 zone: bar, enoteca e juice bar.

    Troviamo anche uno spazio ristorante che mixa piatti mediterranei, latino americani e asiatici in cui ci si può fermare tra un acquisto per la casa e uno fashion.

    A new and original place in which you can not only buy but also eat and chat and meet.

    A long bar of 25 meters across the entire space and divides the supermarket in 3 areas: bar, wine shop and juice bar.

    We find also a restaurant area that mixes Mediterranean, Latin American and Asian cuisine where to stop in between shopping for the house and for fashion.

    Il legno, l’acciaio e i tessuti a fiori e a strisce rendono lo spazio ancora più informale e accogliente per dare i benvenuto a tutti i curiosi e appassionati di design e moda.

    Wood, steel, flowers and stripes tissues make the space even more informal and friendly to give the welcome to all the curious and design and fashion lovers.

    http://concept-district.com/?p=232

    http://www.supermarket.de/


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: